Psoriasi prurito

È nota la correlazione Psoriasi prurito: la psoriasi è una malattia cutanea autoimmune cronica che causa una mutazione della pelle in determinate zone. La pelle si presenta spaccata e squamosa.

Oltre al dolore e al sanguinamento, la psoriasi causa spesso prurito difficile da gestire. 

Il prurito può comportare anche altre problematiche. Grattandosi, infatti, il soggetto affetto da psoriasi, può aumentare il rischio di infezioni.

Il prurito può essere anche molto intenso, ma esistono diverse soluzioni più o meno naturali che possono aiutarci ad alleviare o eliminare la sensazione.

Psoriasi e prurito: perché?

Secondo la National Psoriasis Foundation (NPF), la maggior parte di coloro che soffre di psoriasi presenta il prurito tra i sintomi. Si tratta di circa il 70-90% dei soggetti.

Come sappiamo, la comparsa della psoriasi è legata ad un eccessivo lavoro del sistema immunitario, che genera più cellule epiteliali del normale. 

Il risultato è una manifestazione sulla pelle di placche biancastre. Tali macchie possono apparire in tutto il corpo, ma si possono spesso notare su gomiti, ginocchia, sulla cute o nelle orecchie.

Per proteggersi dalle possibili infezioni, la pelle si infiamma. Ciò causa la sensazione di pruritoNel caso della psoriasi, il sistema immunitario scatena frequentemente l’infezione.  Si tratta di un vero e proprio circolo vizioso: grattarsi aumenta il rischio di infezione, di infiammazione e di conseguenza anche il prurito. 

Nonostante ciò, è importante sapere che grattarsi non causa una diffusione della psoriasi ad altre zone del corpo.

Inoltre, certi batteri e funghi che si manifestano spesso in chi soffre di psoriasi, peggiorano dolore e prurito della zona. 

Quando la psoriasi prude?

Di solito, è la cosiddetta psoriasi a placche a causare maggiore sensazione di prurito. 

Ma l’intensità e la durata della sensazione dipende principalmente dalla fase in cui la malattia si trova. Nelle fasi più acute il prurito è maggiore. La psoriasi prude maggiormente anche durante la notte. L’infiammazione che dà luogo al prurito infatti, è generata da una proteina, IL-23, che invia impulsi tra le cellule. 

Questa proteina è rilasciata maggiormente durante la notte dal corpo. Anche lo stress e alcune condizioni metereologiche, come il clima caldo o secco, possono acutizzare il prurito.

Come ridurre o eliminare il prurito della psoriasi

Come anticipato, grattare la zona, non è la soluzione migliore. Strofinare o toccare delicatamente la zona può alleviare il prurito senza il rischio di causare complicazioni e peggiorare il sintomo.

In generale, diversi trattamenti per la psoriasi, come la fototerapia o gli steroidi, alleviano anche i sintomi di prurito.

Ma se la sensazione persiste e ti causa disagio, il tuo dermatologo potrà consigliarti altri trattamenti specifici. Vediamone insieme alcuni.

Creme o unguenti

Idratare la pelle tramite creme o unguenti può alleviare la sensazione di prurito.

In particolare se il prodotto che utilizzi contiene elementi molto idratanti come la glicerina o la lanolina.

Spesso si consiglia di tenere i prodotti in frigorifero in modo da aumentare la sensazione di freschezza sulla pelle.

Anche prodotti ammorbidenti, come l’acido salicilico, che aiutano a ridurre le squame, o prodotti da banco contenenti ingredienti come mentolo, calamina o idrocortisone, possono aiutare.

Alcuni di questi prodotti però possono intensificare l’infiammazione, È sempre bene confrontarsi con un esperto che possa scegliere il prodotto migliore in base alla tua situazione.

Altri consigli

Altre strategie che possono aiutare ad alleviare il prurito in caso di psoriasi, riguardano principalmente lo stile di vita. Secondo alcuni studi, infatti, quest’ultimo incide più dell’ereditarietà nella manifestazione della psoriasi.

Dovresti ad esempio:

  • Preferire docce fredde e brevi a bagni caldi. Trascorrere troppo tempo in acqua secca la pelle.
  • Sperimentare tecniche di rilassamento, come yoga e meditazione, che possono distrarti e alleviare lo stress che può causare prurito.
  • Utilizzare una crema idratante dopo ogni doccia o nel momento in cui provi prurito.
  • Applicare degli impacchi freschi, ad esempio con del ghiaccio, sulla zona irritata. Per alcuni soggetti, invece, la situazione migliora con l’utilizzo di impacchi caldi.
  • Controllare l’alimentazione. L’eccesso di peso può alimentare i sintomi della psoriasi.
  • Prendersi cura della propria pelle e della psoriasi effettuando trattamenti e controlli regolari con il tuo dermatologo.

Questo era il nostro articolo su “Psoriasi: come alleviare il prurito?”

Per ulteriori informazioni o per prenotare una visita con uno dei dermatologi esperti in psoriasi del Centro Medico Unisalus, scrivici tramite il form apposito nella sezione contatti del nostro sito o chiamaci al numero 02.48.013.784.

Questa lettura è stata utile? Condividila!
Contattaci
Il nostro centro a Milano si avvale di medici specializzati in Psoriasi, dalla comprovata esperienza. Chiamaci per saperne di più!
Non perderti tutte le news, eventi e Open Day del Centro Medico Unisalus

Iscriviti alla nostra newsletter

Icona medicoCiao,
Hai mai ricevuto una diagnosi di Psoriasi?

Io: No

Io: Sì

Icona psoriasiUn tuo familiare soffre di Psoriasi o ha mai manifestato i sintomi compatibili con la Psoriasi?

Io: No

Io: Sì

Icona PsoriasiHai delle chiazza rosse con desquamazioni in zone particolari quali viso, cuoio capelluto, zona lombare, gomiti, ginocchia, palmi di mani, e piedi, genitali, pieghe corporee o dietro le orecchie?

Io: No

Io: Sì

Icona PsoriasiGentile utente, grazie per avere compilato il questionario. In base alle tue risposte ti consigliamo di lasciare la tua email per essere ricontatto da un nostro esperto.

Icona PsoriasiGentile utente grazie per aver compilato il questionario. In base alle tue risposte non ha evidenziato problemi di Psoriasi. Se ritieni che la tua patologia non sia controllata bene, ti consigliamo di lasciarci la tua email per essere ricontattato da un nostro esperto.